“Tutte le persone credono molto di più ad una notizia piuttosto che ad una pubblicità”

Philip Kotler

“Le imprese devono passare da una filosofia produci e vendi alla filosofia ascolta e rispondi”

Philip Kotler

STRATEGIA DEI CONTENUTI 

SERVIZIO UFFICIO STAMPA e PUBBLICHE RELAZIONI

Concept 

Progettazione, ricerca, redazione e diffusione costante
di contenuti / conversazioni / notizie (istituzionali, commerciali di prodotto, case history, referenze….) a tutto l’universo mediatico (carta, web, social network) in ogni mercato obiettivo.

L’attività permette un forte incremento della visibilità di marca grazie alla presenza su un vasto numero di mezzi e con un’elevata credibilità grazie alla legittimazione giornalistica delle testate ed allatrasformazione dei messaggi in contenuti / notizie.

Il marketing conversazionale permette di costruire una nuova tipologia di relazione grazie alla possibilità di effettuare un dialogo costante con il mercato ascoltandone in profondità le reali richieste.

Attività del servizio

– Analisi della comunicazione sviluppata precedentemente;

– Media audit per verificare e definire la percezione del brand;

 Benchmark – analisi della comunicazione dei principali competitor;

 Value proposition – definizione dei valori e dei punti di forza, 
individuazione ed elaborazione dei contenuti strategici da veicolare;

– Costante raccolta, analisi ed elaborazione delle informazioni / contenuti / notizie;

– Conseguente sviluppo giornalistico;

– Preparazione e stesura della mappa media;

– Contatto con i giornalisti e attività di relazione;

– Sviluppo congiunto di contenuti di attualità e di attività esclusive di interesse mediatico;

– Organizzazione di conferenze stampa;

– Organizzazione di case history riferite ad opere prestigiose;

– Ideazione / organizzazione di interviste, visite;

– Organizzazione di attività di co-marketing con clienti e partner commerciali.

Presenza alle Fiere

– Progettazione e redazione cartelle stampa;

– Invio press kit agli Enti Fiera e gestione rapporti stampa in loco con organizzazione di attività.


MARKETING CONVERSAZIONALE

Grazie a Internet il cliente è diventato un utente.
Il marketing conversazionale, ossia la possibilità di dialogare con i propri mercati è la grande opportunità di comunicazione resa possibile dal Real Time Web.

Le “community” sono il nuovo “placement” (le famose 4P: Product, Price, Placement, Promotion) dove oggi tutto si basa sulla capacità di ascolto e di risposta.
E non ultimo sull’autenticità e la capacità di esporsi anche a critiche fornendo però risposte trasparenti capaci di fidelizzare profondamente un cliente/utente ormai in grado di “gestire” il mercato.

Attività sui Social Network: 
Facebook, Twitter, Linkedin, YouTube, Google+, Pinterest … 

Attività del servizio

– Monitoraggio del proprio brand per verifica della brand reputation;

– Analisi “blogosfera” di riferimento

– Creazione profili Facebook, Twitter, Linkedin, Google+, Pinterest …;

– Creazione di un canale brandizzato su Youtube;

– Ideazione di campagne/azioni;

– Monitoraggio interazioni;

– Aggiornamento costante dei profili/pagine pubbliche su ciascun Social

– Attivazione di campagne pay per click su Facebook per creazione massa critica e sponsorizzazione mirata di post;

– Costante attività di posting;

– inserimento filmati su YouTube, relativo studio idonei tag;

– Partecipazione a conversazioni già in atto sui Social, su Forum e Portali,

– Creazione di nuove conversazioni strategiche, gestione e amministrazione costante
delle stesse;

“Il Web 2.0 ha ampliato le possibilità di partecipazione, ha dato la possibilità di propagare e dare evidenza ai commenti positivi; per contro ha reso necessario dedicare molte energie alla gestione di quelli negativi e ha posto la necessità d’interrogarsi sia sulla forma da adottare sia sull’esigenza di rispondere il più rapidamente possibile. Quindi è un obbligo tassativo quello di condurre il monitoraggio proattivo dei social media network quotidianamente e in modo scrupoloso. 
E rispondere in modo non solo tempestivo, ma anche trasparente e onesto”.

Fonte: SocialMediaToday.com – Federica Trevisanello

← Torna indietro